instagramersitalia.it

Iger della settimana // luigisutera12, “quello dello specchio”

L’ho visto in azione durante l’Instameet nazionale di Arezzo lo scorso fine settembre e da allora l’avevo “perso di vista”: mi sono poi imbattuto nelle foto di @luigisutera12 qualche tempo fa e mi è subito venuto in mente quel ragazzo alto e barbuto che davanti al Castello di Poppi ci metteva tanta cura nell’inquadrare “qualcosa” in uno specchio.

Luigi è un consulente d’immagine che ha scoperto Instagram per caso e che in poco tempo ha iniziato a padroneggiare benissimo trovando un elemento caratterizzante, realizzando foto belle, precise, pulite (tutte con smartphone) e portandolo avanti con molta costanza… ecco l’intervista a “quello dello specchio”.

La prima domanda è sempre “un classico”: chi sei, cosa fa nella vita, e come nasce la tua passione per Instagram… quando lo scopri?

Chi sono? Questa domanda mi spiazza! In realtà non lo so ancora ma questo non mi fa paura, anzi…

Nella vita faccio il consulente d’immagine, mi piace scrivere (non solo didascalie su Instagram) e collaboro a un blog di Radio 24.

Ho scoperto Instagram un po’ più di 2 anni fa: mi iscrissero per permettermi di vedere dei video di lavoro realizzati con la mia collaborazione e postati su questo social.

Mai pensato di far foto prima di allora, invece adesso è una passione che mi ha travolto!

L’idea di usare lo specchio… come e quando nasce? Chi o cosa l’ha ispirato?

L’idea non è mia, ma di Matteo Pirovano (@TotemA_ il suo nickname). Diciamo che io al primo specchio (adesso sono diventati tanti) ho aggiunto una maniera e uno stile, ma soprattutto tanta costanza.

Da un punto di vista realizzativo come fai… immagino sia necessario essere sempre in due a realizzare questi scatti. Hai mai chiesto a uno sconosciuto “Scusi mi regge lo specchio mentre scatto, per favore?”?

Lo specchio sostenuto da due mani è ormai un marchio di fabbrica, ma realizzo anche foto in cui lo specchio, appoggiato su un davanzale o una roccia, diventa insieme al resto il vero protagonista.

In realtà, al contrario di quanto mi chiedi, è successo di ricevere proposte da persone che vorrebbero prestare le loro mani per reggerlo.

Qualche episodio divertente durante uno scatto è mai capitato?

La cosa più buffa è stata una comitiva di vivaci donne ultrasettantenni che vollero essere riprese nello specchio. Devo dire, però, che quasi sempre accade qualcosa perché lo specchio incuriosisce e attrae.

@stailuan ha coniato l’hashtag “#stailtone”, @luccico ha “#morethanpics”… tu non hai pensato a un hashtag per questo tipo di foto?

Un hashtag esiste già, dovrei però usarlo con costanza, ed è “#specchio12“.

Sulla tua scia, anche altri hanno iniziato a imitarti… come l’hai presa?

Se qualcuno ti imita vuole dire che quello che fai piace, quindi è una sorta di lusinga.

Ma devo riconoscere che a volte sono stato “geloso”.

Dal punto di vista tecnico come realizzi le foto? Solo smartphone o anche reflex… solo app o anche Photoshop?

Solo iPhone 6, in presa diretta, senza Photoshop… anche se qualcuno non ci crede.

Mi è accaduto di chiedere a igers speciali di “aggiungere” il loro stile al mio ma, quando succede, lo sottolineo riconoscendo il merito a questi amici talentuosi!

Mi sembra di vedere che sei molto fedele al formato quadrato… ho beccato solo le foto quadrate oppure anche tu concepisci solo il formato 1:1?

Esclusivamente 1:1!!!

E il tuo rapporto con il così temuto “algoritmo” com’è? Non ci dormi la notte come molte persone sembrano fare oppure te ne freghi?

Non me ne frego. ma dormo benissimo!

E con le altre funzioni nuove di Instagram: stories, dirette, gallery… come ti trovi? Cosa ne pensi?

Comincio a lasciarmi andare.

Così stories e dirette iniziano a diventare estensioni delle mie foto (di qualcuno che ne abusa, però, preferirei non aver visto né stories né dirette).

Hai mai collaborato con un brand? Qual è secondo te il limite tra “Progetto comune” e mera marchetta? Senza fare nomi, ovviamente, ci sono progetti che hai rifiutato e perché?

Ho avuto veri privilegi.

Alcuni brand, anche importanti mi hanno scelto per parlare di loro con le mie foto.

Permettimi un gioco di parole: il limite è nell’accettare “limite” alla propria libertà espressiva. In alcuni casi ho rifiutato proprio per questo!

Qual è LO scatto (di questa serie) cui sei più affezionato?

Uno dei meno belli e precisi: il primo specchio dalla città Alta di Bergamo, per ovvi motivi!

Iger della settimana // luigisutera12, "quello dello specchio" luigisutera12-4 luigisutera12-3 luigisutera12-2 luigisutera12-1

#myfamilytour – La sfida fotografica dell’estate

 

Pensavate di andare in ferie senza un hashtag da mettere in valigia e un challenge fotografico con cui cimentarvi in vacanza? Sbagliato! Igersitalia non vi abbandona mai e, in collaborazione con Pinandgo, a partire dal 25 giugno lancia il challenge fotografico dell’estate che avrà come protagoniste le famiglie. Pinandgo è una giovane e dinamica realtà a vocazione sociale impegnata nella promozione del patrimonio turistico italiano a misura di famiglie con figli, che offre ai propri utenti un servizio di ricerca di strutture family friendly in tutta Italia e la possibilità di costruirsi un proprio itinerario ad hoc attraverso il portale www.pinandgo.it. Pinandgo promuove soprattutto modi diversi di fare vacanza: in campeggio, con la bicicletta, a contatto con la natura in compagnia dei propri amici a 4 zampe. Gli itinerari personalizzati vengono visualizzati attraverso una semplice mappa che riporta i luoghi di interesse selezionati tra teatri, musei, attività all’aria aperta, kite surf, windsurf, etc.

 

Come partecipare al challenge fotografico

Per partecipare al challenge è sufficiente condividere su Instagram gli scatti dei vostri viaggi fatti anche in passato con la famiglia in montagna, al lago, al mare o nei momenti di svago in città utilizzando l’hashtag #myfamilytour accompagnato da quello della Community #igersRegione per indicare il luogo dello scatto. Il termine per la partecipazione è il 31 luglio 2017. È possibile partecipare anche con foto già pubblicate su Instagram aggiungendo gli hashtag indicati.

 

Modalità di selezione delle foto

Per ogni regione d’Italia tra quelle presenti nelle foto partecipanti verrà selezionata la foto più rappresentativa. Le foto selezionate saranno pubblicate con menzione da Igersitalia e Pinandgo e ciascun autore sarà ospite di una struttura convenzionata “Pin Friends” della propria regione.

 

Igerspapà e Igersmamme, cosa aspettate? Pinandgo aspetta le vostre foto e vi invita a iscrivervi su www.pinandgo.it/registrati per pianificare le vostre vacanze a misura di bambino.

In bocca al lupo e… buone vacanze!

Al via #instatrekkingsibillini2: gli igers tornano a passeggiare sui Sibillini

Servizio a cura di: Luca Tombesi (@igers_macerata)

 

Dal 21 al 23 giugno torna #instatrekkingsibillini un’iniziativa organizzata social organizzata da IgersMacerata dedicata alla montagna e al trekking per la promozione dei Monti Sibillini.

Per il secondo anno un gruppo di Blogger e Instagramers attraverserà a piedi la catena montuosa documentando in tempo reale impressioni, personaggi, panorami e storie legate ad una delle aree più suggestive d’Italia.

Non ci sarà solo il trekking quindi, ma un racconto che abbraccia un territorio ricco di storie da raccontare, anche attraverso instagram.

Questa seconda edizione in particolare avrà in particolare l’obiettivo di raccontare la rinascita dei Sibillini dopo i terribili eventi sismici di agosto e ottobre e per farlo toccherà alcuni luoghi simbolo tutti all’interno del Parco Nazionale. Il percorso si svilupperà in tre tappe per un totale di circa 38 chilometri con partenza da Amandola (Fermo) e arrivo nella zona rossa di Visso (Macerata) passando per il Santuario di Macereto e visitando alcune aziende agricole lungo e sostando nei rifugi in quota il percorso (Rifugio Città di Amandola e Rifugio del Fargno).

L’obiettivo dell’iniziativa non è solamente quello di mostrare la bellezza dei Sibillini ma anche e soprattutto quello di dimostrare come le aree siano perfettamente usufruibili per chi ama la montagna e per chi desidera visitarle in tutta sicurezza e magari sceglierle come meta delle prossime vacanze.

Alla partenza ci sarà Adolfo Marinangeli, il Sindaco di Amandola e grande amico della community IgersMarche a salutare quelli che consudera oramai gli ambasciatori delle aree montanee internee viste le numerose iniziative di promozione del territorio organizzate insieme.

L’instatrekking avrà la missione di mostrare come in queste zone è ancora possibile fare turismo in tutta sicurezza, a contatto con la natura e in un ambiente pressochè incontaminato.

Racconta la tua estate 2017 in Sardegna con #sardiniasummer17

21 giugno 2017, 1° giorno d’estate: le community Igers della Sardegna lanciano il nuovo challenge #sardiniasummer17 in collaborazione con @lanuovasardegna e @amicidellalupa e vi propongono di raccontare l’estate 2017 in Sardegna.

Date sfogo alla vostra fantasia e mostrateci qual è la vera essenza dell’estate in una delle isole più belle del mondo che è molto più del suo mare straordinario! È questa la sfida lanciata da @igers_sardegna, @igers_cagliari, @igers_sassari, @igers.nuoro e @igersoristano. Siete pronti?

Dalle spiagge da sogno agli angoli più nascosti e affascinanti. Dalle giornate che iniziano con l’alba più bella e silenziosa ai tramonti in compagnia degli amici mentre si sorseggia un aperitivo, si gioca in spiaggia o ci si gode l’ultimo bagno della giornata. Ma non scordate la Sardegna più autentica, quella che si lascia amare anche se distante dal mare: borghi, siti archeologici e paesaggi di montagna che durante l’estate splendono sotto una luce diversa. E ancora gite, escursioni, passeggiate all’ombra di freschi boschi o trekking che portano ad assistere a veri spettacoli della natura. I momenti catturati durante la visita a un museo o in occasione di un evento o sagra.

Potete iniziare a usare il tag #sardiniasummer17 da oggi, 21 giugno, ma valgono anche foto realizzate in queste ultime settimane di pre-estate.

Il challenge termina l’ultimo giorno d’estate, il 21 settembre. Ogni settimana le 5 community Igers sceglieranno uno o più “best of” a tema, che saranno condivisi sugli account social e sul web de La Nuova Sardegna. Una selezione inoltre troverà spazio sul quotidiano cartaceo del lunedì. La raccomandazione, come sempre, è quella di indicare il luogo dello scatto inserendo il geotag e possibilmente anche una breve descrizione.

Al termine del challenge, grazie all’Associazione Sportiva Dilettantistica Amici della lupa, gli autori di 5 foto selezionate tra quelle più belle e rappresentative, avranno l’opportunità di trascorrere una giornata in barca a vela nel Golfo di Cagliari insieme agli admin delle community.

Replay: le dirette video ultimate si trasferiscono nelle Stories

 

Prima i video brevi. Poi i video più lunghi. Quindi le stories. Poi i video live.

E ora il replay di un live condivisibile nelle stories con durata massima di 24 ore.

Tutto chiaro?

Quando si tratta di filmati, il tempo su Instagram è prezioso. Non solo sui video che possiamo condividere, i quali non devono superare i 60 secondi, ma anche sulle Stories, che non rimangono online più di 24 ore, e ancor di più nelle Dirette Video, che o si guardano nel momento in cui vengono realizzate, o si perdono per sempre.

Questo almeno fino a ieri.

Oggi infatti Instagram presenta Replay: la funzione che consente di condividere le Dirette all’interno di una Story per 24 ore, la durata massima delle Story, appunto. Fino a oggi le Dirette potevano solo essere salvate per “uso personale” o per proprio archivio, ma non era possibile renderle nuovamente disponibili ai propri contatti.

A fine diretta, basta selezionare “Condividi” in fondo allo schermo per “trasformare” il filmato in una storia che rimarrà online per un giorno. Diversamente, si può cancellare il filmato e farlo sparire, come accade già oggi di default.

Quando qualcuno che seguiamo condivide un Replay, il simbolo “play” comparirà sulla foto del suo profilo, nella barra delle Story. Sarà sufficiente schiacciare sul pulsante per vedere il filmato che non abbiamo avuto modo di vedere in tempo reale. Non solo. Vedremo anche tutti i like e i commenti ricevuti dalla Diretta.

La novità è disponibile per iOS e Android, nella versione 10.26 di Instagram.

 

 

 

Instameetparma23: una domenica al Castello di Compiano

 

Servizio a cura di: Claudio Carminati (@igersparma)

 

Per sfuggire al caldo della pianura Igers Parma ha organizzato per domenica 2 luglio alle 11 un instameet che comprende una visita esclusiva al Castello di Compiano, un pranzo in compagnia e una passeggiata tra i vicoli del borgo fortificato disteso ai piedi dello splendido maniero!

 

Edificato e rimaneggiato a più riprese tra il IX e il XIII secolo, il Castello di Compiano è tra gli edifici d’epoca medievale meglio conservati della provincia di Parma. Oltre al solito percorso interno, i partecipanti all’instameet avranno la possibilità di visitare in esclusiva il camminamento di ronda in cima alle torri, in genere non accessibile al pubblico.

 

La visita guidata al Castello sarà gratis per i soci Igersitalia e costerà 5 € per i non associati (ma siete sempre in tempo per iscrivervi!)

 

Al termine della visita al castello si pranzerà tutti assieme presso il ristorante “Al Panigaccio”: un menu tipico al costo di 25 euro a persona. Successivamente si andrà alla scoperta del paese di Compiano, meraviglioso centro medioevale inserito nella lista dei “Borghi più belli d’Italia”.

Il Castello di Compiano è anche un relais, alcuni pernotteranno lì già dal sabato sera precedente. In questo caso la stanza va prenotata direttamente sul sito http://www.castellodicompiano.com/.

Igersitalia media partner di Mashable Social Media Day 2017

Strategia Digitale, Social Media Marketing e Innovazione si fondono in un unico contenitore per un appuntamento arrivato alla sua 4^ edizione e dedicato ad agenzie, aziende e professionisti che operano nel settore del digitale e dell’innovazione, che desiderano restare aggiornati sugli ultimi trend in ambito web marketing, social media marketing, open innovation, mondo startup e nuove tecnologie.

Il Mashable Social Media Day + Digital Innovation Days in programma a Milano il 19, 20 e 21 ottobre 2017 sarà un’occasione speciale per aggiornarsi e formarsi sulle tematiche più calde del mercato raccontate attraverso strategie concrete e Case Study di successo. E per fare networking!

Grazie a Igersitalia potrete accedere alla tre giorni usufruendo del 50% di sconto.

Diversi gli appuntamenti in programma. Vi segnaliamo tra tutti l’Instagram Workshop #WelovetoBrunch, un workshop formativo organizzato da Stefania Crivellaro e Rosella Degori, fondatrici di @Welovetobrunch che affronteranno 4 topics principali:

• Come organizzare un “Social Brunch” utilizzando Instagram • Tips e suggerimenti di Food Photography • Pillole di Photo Editing: quali app usare per ottimizzare i propri scatti • Community Building: come farsi conoscere e creare autorevolezza nell’ambito di una community locale.

 

Altri interventi a cura di:

Daniele Chieffi, Head of Social Media management & Digital PR di ENI, parlerà di Sun Tzu e del Social Media Crisis Management, Manuela Kron, Direttore Corporate Affairs di Nestlé tratterà lo scottante tema delle fake news, Ivan Mazzoleni, Digital Transformation Lead di Microsoft, interverrà invece sulla digital transformation e su come cavalcare l’onda della cosiddetta ‘#PlatformEconomy’ Mariano Tredicini, Head of Digital Communication di TIM, analizzerà alcuni case study della TIM Data room, per permettere alle aziende di adottare un approccio di decision making data-driven Vittorio Cerulli, Global Insight Business Partner in Unilever per il brand Cornetto Algida, condividerà l’esperienza della insight-driven digital campaign che ha fatto amare il Cornetto Algida in oltre 15 paesi del mondo. Marianna Ghirlanda, Head of Creative Agencies in Google, svelerà i segreti di Youtube, Dario Vignali, Co-founder di Marketers rivelerà come costruire un network da 1 milione di follower su Instagram in soli 12 mesi, Luca La Mesa, Top Teacher in Ninja Academy e Presidente della Procter & Gamble Alumni Italia, spiegherà come, in uno scenario di social media overload, sia possibile coinvolgere attivamente i fan ottenendo risultati concreti. Michela Guerra, Regional Marketing Communication Manager in SAS, con uno speech sugli 8 assi di una strategia digitale nel B2B. Professor Fabio Babiloni dell’Università La Sapienza, con un intervento dal titolo “Ottenere le risposte senza fare domande. Come possono le neuroscienze essere utili al Digital Marketing?” Matteo Sarzana, Country Manager di Deliveroo, tratterà il tema dell’hyperlocal marketing Anna Testa, Sales Specialist Digitization/Innovation di Cisco, parlerà di open innovation.

Relatori internazionali

Kip Knight, ospite selezionato in collaborazione con il consolato americano, Senior Vice President, U.S. Franchise, Canada e Australia di H&R Block Inc (ex Procter & Gamble, Pepsico, Ebay), con lo speech The changing world of Disinformation Virginia Salas Kastilio, prima Snapchat Business Influencer secondo Inc. Magazine  Olga Andrienko, Head of Social Media di SEMRUSH.

 

 

Non solo formazione e aggiornamento, ma anche farsi notare! Questa è l’idea che sta dietro la Startup Competition, organizzata in partnership con TIM #WCAP Accelerator & Italian Angels for Growth durante i tre giorni di evento, dove alcune startup presenteranno alla giuria il proprio pitch. Alle Startup vincitrici verrà data la possibilità di usufruire di postazioni di co-working gratuite presso strutture italiane e internazionali e la prima classificata avrà l’opportunità di incontrare personalmente i membri dell’assemblea di Italian Angels for Growth.

A presentare l’evento, Eleonora Rocca, per l’occasione coadiuvata da Matteo Flora, hacker, Founder di The Fool ed esperto di Digital Reputation e Security Intelligence; da Luca La Mesa e da Andrea Roberto Bifulco, Co Organiser di #SMDAYIT e CEO di Machiavellico SPA, che condivideranno con la fondatrice il ruolo di presentatori e moderatori della manifestazione.

A fare da cornice all’evento Talent Garden Milano Calabiana, uno dei campus di co-working più grandi d’Europa, definito dall’Huffington Post come “La migliore piattaforma per connettere i talenti di tutto il mondo”. Talent Garden è lo spazio in cui professionisti del digitale, della tecnologia e dell’innovazione possono lavorare, apprendere e connettersi a una rete internazionale di innovatori.

La Storia Mashable – uno dei maggiori siti web e terzo blog più popolare al mondo con oltre 30 milioni di pagine visitate al mese – nel 2010 organizza negli Stati Uniti il primo Mashable Social Media Day, evento di approfondimento sull’impatto del digital marketing e dei social media sulla comunicazione. Grazie al coinvolgimento diretto dei principali professionisti del settore, il successo riscosso è tale da spingere gli organizzatori a riproporre l’iniziativa in molte altre sedi in tutto il mondo.
Eleonora Rocca – marketing manager, imprenditrice, digital strategy consultant e blogger, romana d’origine e London based, ma milanese nel cuore – nel 2014 fonda il Mashable Social Media Day Italia. La manifestazione consiste in più giornate di aggiornamento e formazione, che vedono le tematiche del digital marketing, del social media marketing e dell’innovazione a 360 gradi raccontate attraverso strategie concrete e case study di successo presentate dai migliori professionisti del settore.
Negli anni l’interesse suscitato da #SMDAYIT è sempre crescente: oltre 5.500 contatti registrati attraverso il sito e i social network; più di 600 partecipanti in sala e di 4.500 utenti connessi in live streaming. 
L’hashtag #SMDAYIT è per tre anni consecutivi tra i primi tre posti nei trending topic nazionali di Twitter per arrivare, nell’edizione 2016, a 1.605 immagini condivise e oltre 11.864 tweet.

 

Milano, Gucci, Street Art. La moda è su Instagram

Denuncia, attualità, contemporaneità, nuove forme di espressione e di fruizione. La street art continua ad espandersi nei campi più diversi. Persino in quello della moda.

E con questo termine, usiamo un vero e proprio gioco di parole se diciamo che anche il settore della Moda strizza l’occhio alla street art, segue la popolarità degli ultimi decenni sfruttando questa forma d’arte come la tendenza del momento, sempre più richiesta, sempre più visibile, sempre più condivisa, sempre più incline anche a realizzazioni come questa che stiamo per raccontare.

Milano. Il regno della Moda italiana. Gucci, la moda italiana dal 1921. Street Art, la moda nell’Arte.

Avranno sommato le tendenze in casa Gucci quest’anno, quando hanno pensato di ingaggiare un’illustratrice prestata alla Street Art per promuovere la nuova collezione di T-shirt, in edizione limitata, lasciandosi ispirare totalmente dal suo stile.

In tutto questo, galeotto fu Instagram, social grazie al quale il direttore artistico di Gucci Alessandro Michele ha scoperto l’illustratrice inglese Angelica Hicks (@angelicahicks). La sua penna leggera e un po’ frivola, ironica e super colorata lo ha folgorato al punto tale di scegliere una serie 11 suoi disegni per ornare le T-shirt unisex lanciate il 25 maggio sul sito ufficiale della maison.

Per promuovere la collezione e il lancio, inoltre, Angelica Hicks ha accontentato il direttore nella richiesta di decorare un muro di Milano con le sue giovani donne “Freaks and Geeks”.

Questo lavoro urban va ad arricchire il progetto “Gucci Art Wall” inaugurato con il primo murales di Jayde Fish a New York e che dunque prosegue con i recentissimi lavori di Angelica Hicks a Manhattan e in Largo La Foppa a Milano, dove il murales sarà lì per soli 2 mesi, dopo i quali cambierà nuovamente volto ospitando diversi soggetti fino a fine anno.

Il bello di Instagram – lo sappiamo già fin troppo bene – è che rimarranno nell’etere grazie alle diverse condivisioni che il murales ha avuto attraverso i tag #freaksandgeeks e #guccigeeks, spesso ospitate anche nella sezione popular.

L’immagine di copertina è di @ellitalestari.

Milano, Gucci, Street Art. La moda è su Instagram Il primo murales del Gucci Art Wall, a Soho, NY, di Jayde Fish, ph. @mrsjaydefish Gucci Art Wall a Manhattan, NY, di Angelica Hicks, ph. @gucci Gucci Art Wall a Milano, di Angelica Hicks, ph. @gucci

Iger della settimana // th3drawingbeard

L’iger di questa settimana è un graphic design siciliano, @th3drawingbeard, il progetto di Davide Raitano nel quale foto, disegno a mano libera e computer grafica si fondono per dare vita a qualcosa di veramente unico: talmente unico che una grossa azienda si accorge di lui proprio grazie a Instagram e decide di assumerlo.

Ma è tutto iniziato in Sicilia, disegnando squali e velieri e frequentando poi il… liceo classico.

Chi sei, cosa fai nella vita e quando scopri il mondo di Instagram?

Sono Davide Raitano, classe ’89, siciliano d’origine e toscano d’adozione. Ciò che faccio nella vita è un po’ controverso. Per mia madre ogni tanto disegno, mia nonna me lo chiede, fa un cenno di smarrimento e poi mi fa: “basta che mangi, ‘a nonna“. Per tutti gli altri, invece, lavoro nel mondo del Graphic Design e dell’illustrazione. E ci lavoro proprio grazie a Instagram. Una grossa azienda un giorno ha visto i miei lavori e da lì è cominciato tutto. Ho aperto il mio primo profilo (@thewalkingbeard) circa 2anni fa, quando il connubio instagram=selfie era fin troppo radicato nella mia mente. Poi grazie a @Igerspisa ho scoperto che dietro c’era molto di più.

Quando nasce il tuo progetto fotografico? Cosa l’ha ispirato?

Ho sempre disegnato e pare che da piccolo fossi perennemente incollato al foglio. Mio nonno, che faceva il marinaio, mi insegnò a disegnare squali e velieri. Ho sempre fatto tutto da autodidatta. Nessun corso o scuola d’arte. Dopo le medie scelsi il liceo classico; non pensavo si potesse realmente vivere disegnando. Poi crescendo mi sono appassionato alle illusioni di Escher, alle pennellate di Van Gogh (“Notte stellata” è la mia opera preferita) e soprattutto all’irriverenza di Jan Fabre, argomento, tra l’altro, della mia tesi di laurea nel lontano 2012. Quest’ultimo utilizza spesso la penna Bic blu nei suoi lavori. Nel 1990 ha persino ricoperto l’intera facciata del castello di Tivoli di disegni fatti con la penna blu. Così un bel giorno cominciai a dipingere su un pannello di legno. Erano pennellate casuali a cui poi ho aggiunto il volto stilizzato di una donna fatto a penna. Da lì l’ossessione per il mix di tecniche non mi ha mai abbandonato. Comunque @Th3DrawingBeard nasce in un freddo pomeriggio di novembre del 2015 al tavolo di un bar un po’ per gioco (come tutte le cose migliori d’altronde. No, dai, scherzo). Eravamo io e il creatore di @citylivesketch e tra un caffè e l’altro ecco l’idea. Il problema, però, era come realizzarla.

Tecnicamente parlando come realizzi le tue creazioni?

Nel corso del tempo ho sperimentato varie tecniche. Ho cominciato disegnando a mano libera su di un foglio per poi fondere il disegno alla foto. Se riguardo adesso i primi lavori mi viene da piangere, ma sorvoliamo. Poi ho scoperto il magico mondo delle tavolette grafiche e non ne sono più uscito. Comunque è tutto un mix di foto – anche più di una, a volte, che realizzo da solo con l’aiuto della mia inseparabile reflex, il telecomandino (diventato il mio terzo braccio) e il treppiedi – disegno a mano libera su tavoletta grafica e software di grafica.

Ps. Non chiedetemi quale filtro sketch uso perché ho ucciso per molto meno!

Ti lasci ispirare dalla foto o già scatti con l’idea precisa di come sarà l’effetto finale?

Nulla è casuale. Nella maggior parte dei casi il fattore casualità non è contemplato. I miei lavori prevedono un progetto iniziale ben preciso, che certamente può cambiare in corso d’opera. Non vi è mai un processo creativo lineare anche perché, come tutti sappiamo, stiamo parlando di un percorso che alterna momenti di estremo profitto ad altri di completa stasi. Parto da un’idea iniziale, che ha già preso forma nella mia mente, ma è ancora al suo stato embrionale, esiste ma non è visibile. Provo ad estendere il campo di immaginazione confrontandomi con le riflessioni di amici, colleghi e richiedo loro dei feedback. Infine quando il tutto sembra prendere vita, passo alla realizzazione. Penso solo che se un giorno malauguratamente il mio vicino di casa dovesse affacciarsi alla finestra nel momento in cui mi scatto le foto, mi farebbe internare a vita. Comunque è capitato anche il contrario, cioè che fosse la foto ad ispirarmi, ma soltanto nei soggetti architettonici.

Dall’idea iniziale alla foto finale quanto tempo passa prima della pubblicazione?

Come dicevo, non è un percorso lineare e non ci sono tempi predefiniti. È capitato che nel giro di un’ora riuscissi a partorire un’idea, realizzarla e pubblicarla sui social, ma è capitato anche, soprattutto per soggetti molto dettagliati, che passassero giorni prima della pubblicazione.

Vedo che è un progetto abbastanza giovane… sai già come evolverà?

Ho molti progetti in mente e cercherò di non snaturare l’identità di @th3drawingbeard. Alla base c’è sempre stata l’interazione tra la realtà e l’immaginazione. Disegni che prendono vita, fuoriuscendo dal foglio in cui altrimenti rimarrebbero intrappolati, e soggetti che diventano disegni. Ultimamente sto esplorando l’universo dei Supereroi Marvel e Dc, anche in chiave animata. La mia fissa per i supereroi, però, nasce parecchio prima, quando, ancora infante, provavo a far fuoriuscire gli artigli di adamantio dalle mani. Non ci sono mai riuscito. Fino ad oggi! Tuttavia questo universo verrà invaso anche dai videogiochi e molto molto altro.

Stories, gallery, video, boomerang, immagini rettangolari, dirette… pensi che abbiano stravolto troppo Instagram o semplicemente arricchito?

Stravolto non proprio, arricchito probabilmente. Non possiamo pretendere che nulla cambi e rimanga come era in origine. Penso che l’Instagram di adesso, per quanto possa essere stato snaturato rispetto alla sua identità iniziale, offra grandi opportunità e gli strumenti necessari non soltanto a chi lo usa per passione ma soprattutto a chi di questo ne ha fatto un lavoro. Poter tenere sotto controllo l’interazione degli utenti, aggiornarli in tempo reale dei propri progetti, farli incuriosire attraverso le stories con il dettaglio di una foto o di un disegno o semplicemente condividere, per chi vuole, momenti quotidiani che non necessitano dell’accuratezza dell’editing, secondo me è una gran cosa. Per quel che mi riguarda utilizzo parecchio le stories. Non trovo un senso alla gallery e non amo le dirette (mi mangio le parole). Poi diciamocelo chiaramente, se un giorno ti capita di fare colazione con la merendina e il succo di frutta del discount piuttosto che col croissant appena sfornato ripieno di crema al rabarbaro e prugna selvatica, non la posterai mai tra le foto, ma probabilmente tra le storie sì! Ed è proprio questo il bello. Prendersi meno sul serio. Sempre!

Hai mai partecipato a qualche evento di una community Igers? Come mai?

Sì, ho partecipato a molti eventi organizzati dalla community e anche ad un’assemblea nazionale. Penso siano ottime occasioni per

guarda l’animazione su Instagram https://www.instagram.com/p/BVHXSEclNQx/

condividere le proprie passioni, per visitare luoghi che altrimenti non avrei avuto la possibilità di visitare, ma soprattutto per condividere il proprio disagio per il calo di like o followers, che è il cruccio che attanaglia ogni vero instagramer!

A quale delle tue foto sei più affezionato?

La foto/illustrazione di Wolverine! Avere gli artigli di adamantio è la realizzazione del sogno di una vita.

C’è qualche progetto particolare che segui?

Tra gli italiani @benedettodemaio è il mio preferito, seguono (niente ordine di preferenza ché poi mi defollowano) @citylivesketch, @virgola_ e @ayellowmark.

Tra gli stranieri, invece, amo alla follia il progetto di @moography.

Iger della settimana // th3drawingbeard th3drawingbeard-4 th3drawingbeard-5 th3drawingbeard-3 th3drawingbeard-2

Collaborazione con i brand: ecco i tag che Instagram chiederà di usare agli influencer

Volete collaborare con le aziende? Sacrosanto. Ma fatelo in modo chiaro e trasparente.

Sulla scia dell’attività che stiamo portando avanti con il nostro Comitato Scientifico, anche Instagram, finalmente, sta cercando di tutelare la qualità dei contenuti che vengono pubblicati quotidianamente nel social network, sperimentando l’utilizzo di tag specifici per identificare le partnership tra influencer e brand.

È notizia di qualche minuto fa: Instagram lancia il tag “Paid partnership with”, ovvero “Collaborazione retribuita in collaborazione con“, un tag che sarà possibile selezionare per tutti i post che saranno pubblicati relativamente alla campagna sponsorizzata cui si sta aderendo.

Il tag, che sarà seguito da quello del brand committente, comparirà come fosse il geotag (in caso di post), o potrà essere inserito all’interno di una story.

L’intento di Instagram è duplice: dare agli utenti maggiore trasparenza circa le attività business e offrire ai brand tutela rispetto ai rischi di “pubblicità occulta” di cui in certi mercati potrebbero essere accusati.

Per quanto riguarda il panorama italiano, questo genere di norma richiama la regolamentazione già in essere relativa alla distinzione precisa e obbligatoria tra pubblicità o pubbliredazionali e articoli giornalistici sulla stampa, in televisione, o alla radio (dove la pubblicità recitata dagli speaker è anticipata da un messaggio sonoro).

Instagram fa sapere che questa sperimentazione è stata attivata con alcuni utenti e brand a livello di test, ma presto sarà diffusa a livello internazionale, accompagnata da una policy ufficiale e guideline precise da seguire per aderire in modo coerente alla comunicazione imposta dal social network.

 

Collaborazione con i brand: ecco i tag che Instagram chiederà di usare agli influencer aimee-en aimee-en (1)

Roaming: ecco i vantaggi per le vacanze europee degli igers

 

A partire dal 15 giugno niente più costi roaming internazionale. Tutto quello che c’è da sapere per pubblicare le nostre foto e video dall’estero senza costi aggiuntivi.

Da giovedì 15 giugno tutti i cittadini dell’Unione Europea che si spostano da un paese all’altro per vacanza e/o lavoro non vedranno più addebitarsi un sovrapprezzo per chiamate, sms e navigazione internet. Saranno infatti scalati i minuti e i giga direttamente dall’offerta sottoscritta con il proprio operatore telefonico.

 

Da quando e come verrà abolito il roaming internazionale

La novità battezzata “roam like at home” è valida per chi viaggia o si stabilisce temporaneamente all’estero: non vale per chi, invece, vive o si trasferisce per lunghi periodi (oltre i 4 mesi) all’estero o in un altro stato membro. Resta invece invariato il costo di telefonate ed sms che partono dall’Italia verso altre nazioni.

Dove

Questa novità interessa tutti i cittadini residenti nei paesi dell’Unione Europea che viaggiano nei 28 paesi della Ue, compreso l’uscente Regno Unito, ma anche in paesi come Islanda, Liechtenstein e Norvegia dove questa novità verrà introdotta poco dopo il 15 giugno.

Limiti imposti dagli operatori

Se nel proprio Paese di residenza si ha a disposizione un traffico di dati mobile illimitato o di tariffe molto convenienti per i dati, l’operatore potrebbe applicare un limite di salvaguardia all’uso dei dati in roaming. In questo caso l’operatore è tenuto ad informare l’utente al superamento del limite.

 

Dunque, da quest’estate pubblicare i nostri scatti dal luogo in cui saremo in vacanza o registrare una diretta da una capitale europea sarà molto più semplice!

Igers più veloci con Trenitalia!

Servizio a cura di: Francesco Montefusco (@igerslatina)

 

Siamo lieti di annunciare una nuova Convenzione stipulata di recente con Trenitalia per agevolare i tanti Soci Igersitalia che viaggiano per lavoro: Instagramer e Content Creator professionisti in continuo movimento che in più occasioni hanno chiesto alla nostra associazione di estendere le partnership con gli operatori della mobilità.

Trenitalia offre ai Soci Igersitalia in possesso di Partita IVA la possibilità di acquistare i biglietti ferroviari a prezzi scontati aderendo GRATUITAMENTE al programma FRECCIACorporate, normalmente accessibile solo alle grandi aziende.

Il nuovo programma FRECCIACorporate di Trenitalia consente l’acquisto e la gestione dei viaggi di lavoro. È un programma che offre vantaggi e promozioni, pagamenti semplificati, business credit e biglietti premio. In più, un consulente dedicato, un’area web riservata per gestire i viaggi di lavoro, fatturazione mensile e una reportistica di dettaglio.

 

I principali vantaggi della Convenzione:

1)      Sconto immediato al momento dell’acquisto sulla tariffa Base.

2)      Fattura automatica mensile scaricabile dall’Area Riservata Trenitalia.

3)      Contatto diretto con un consulente Trenitalia per qualsiasi problema.

4)      Offerte Carnet dedicate alle aziende / carnet 30 viaggi e 10 viaggi)

 

Una partnership prestigiosa che arricchisce ulteriormente i vantaggi di Igersitalia Club, il sistema dei vantaggi pensato esclusivamente per gli Associati Igersitalia.

Tutti gli Associati a Igersitalia in regola con il pagamento della quota associativa 2017 e in possesso di partita IVA possono accedere gratuitamente al Programma Freccia Corporate. Tutti i dettagli e le modalità di accesso alle agevolazioni sono già disponibili nella sezione Documenti dell’App Igersitalia.

Ti ricordiamo che associarsi a Igersitalia è facile: iscriviti subito a questo link http://membership.igersitalia.peoplexp.it.

Per qualsiasi informazione sulle convenzioni e sullo status di Associato puoi scrivere a soci@igersitalia.it.

 

#Instameetpavia – Alla ri-scoperta di Pavia con @igerslombardia e @igerspavia

Sabato 10 giugno 2017 il team di @igerslombardia in collaborazione con @igerspavia organizza #Instameetpavia, il primo Instameet per la città di Pavia dopo un periodo di pausa.

L’instameet prevede un giro per la città, partendo dalla stazione per arrivare a visitare quelli che sono i luoghi imperdibili del capoluogo Pavese, da sempre un rinomato polo di cultura. Il percorso terminerà nel luogo più instagrammato di Pavia: il famosissimo ponte coperto.

Ci vediamo sabato 10 Giugno alle 14.30 alla stazione dei treni di Pavia. L’instameet terminerà alle 17:00 circa.

Evento aperto a tutti, richiesta registrazione Eventbrite a questo indirizzo.

Iger della settimana // Kidvikk

Ha scoperto la nostra app preferita “solo” da un paio d’anni, ma in poco tempo è riuscita a farsi notare da Instagram stesso e a proporre un bellissimo progetto che esalta le bellezze architettoniche di cui il nostro Paese è pieno.

@Kidvikk riesce a decontestualizzare i propri soggetti (in genere monumenti famosi, ma anche oggetti particolari) e a “liberarli” da tutto ciò da cui sono circondati… del resto quante volte abbiamo visto un bellissimo monumento soffocato da orrendi palazzoni?

Armata di reflex e soprattutto dopo un lungo periodo di post produzione al computer, Kidvikk riesce a dare consistenza eterea ad imponenti monumenti che acquistano una nuova bellezza.

Devo ammettere che il Battistero della mia Parma “immerso” nel cielo (la foto in alto) acquista una nuova ed incantevole luce…

Chi sei, cosa fai nella vita e quando scopri il mondo di Instagram?

Ho studiato pittura e fotografia all’Accademia di belle arti di Brera, oggi sono un’insegnante di grafica pubblicitaria in una scuola superiore di Cremona, negli anni ho partecipato a mostre ed esposizioni, ma da quando ho scoperto Instagram, circa un anno e mezzo fa, tutto è diventato più immediato e per certi versi anche più divertente.

Quando nasce il tuo bellissimo progetto fotografico? Cosa l’ha ispirato?

Mi sono sempre dedica a questo genere di editing, l’idea è nata dal desiderio di fare pulizia intorno ai soggetti che scelgo, mi piace isolarli dal contesto urbano che spesso disturba visivamente. Le atmosfere sospese e oniriche creano tensione insieme agli elementi architettonici che reputo piuttosto pesanti. Sia visivamente che concettualmente mi piace molto lavorare sui contrasti e sulle opposizioni: leggerezza e pesantezza in questo caso. Sicuramente mi interessa divulgare il patrimonio architettonico e artistico, ma ciò che mi interessa e diverte è fare tabula rasa intorno ai soggetti, sgretolando il contesto che li circonda, ricreando una composizione immaginaria con l’intento di regalare quasi un sospiro di sollievo.

Tecnicamente parlando come realizzi le foto che pubblichi? Scatti con reflex ed editi al computer o fai tutto da smartphone con qualche particolare app?

Non sono affatto iNstantanea! Uso reflex o smartphone poi edito tutto al computer. Un’immagine è formata da almeno 3 o 4 scatti.

Ancora una domanda “tecnica”: tante persone con un certo seguito, scelgono di passare all’account aziendale… tu invece sei rimasta a quello personale. Come mai la scelta?  

Per me questo non è un lavoro, ma un divertimento, anche se in realtà è in programma qualche piccolo cambiamento, sto ultimando il mio sito web e nuovo progetto è in cantiere… insomma è solo una questione di tempo.

Come scegli i soggetti da fotografare? Ho visto che ogni tanto ci sono anche “oggetti” oltre che monumenti…

È una scelta abbastanza casuale, scelgo ciò che mi piace, ciò che incontro durante un viaggio, una passeggiata o nel tragitto tra casa e lavoro.

Stories, gallery, video, boomerang, immagini rettangolari, dirette… pensi che abbiano stravolto troppo Instagram o semplicemente arricchito?

Io resto fedele al quadrato, tutto il resto se viene usato nel modo giusto arricchisce sicuramente! Mi piace molto vedere e mostrare i luoghi, gli ambienti e successivamente “esibire” scatto definitivo in gallery.

Ormai sei un influencer… nella tua esperienza come si fa un progetto con un brand? Qual è secondo te il limite tra “Progetto comune” e spudorato “consiglio per gli acquisti”?

Non saprei…nel mio caso tratto il prodotto come il protagonista dell’immagine proprio come faccio con tutti gli altri soggetti, resto semplicemente coerente con lo stile della mia galleria, le aziende con cui ho collaborato credo mi abbiano contatta proprio per questo motivo.

Hai mai partecipato a qualche evento di una community Igers? Come mai?

Sì certo, ho partecipato ad eventi con la community igers, mi sono sempre trovata molto bene! Una delle cose che preferisco del mondo di Instagram è conoscere persone e condividere realmente momenti e scatti con altri igers!

A quale delle foto di questa serie sei più affezionata?

la mia preferita in assoluto, è la mia prima invenzione: ho preso in prestito un pezzo di architettura razionalista in rovina di una ex colonia lungo il fiume Po, in questa immagine non c’è più niente di vero, mi piace immaginare che sia un paesaggio alieno, un luogo non luogo in un tempo che non c’è mai stato.

C’è qualche progetto particolare che segui?

Sì, molti, tra gli italiani sono molto affezionata a @kitchensuspension, @stailuan e @luccico.

Tra gli stranieri adoro @rachelryle

Iger della settimana // Kidvikk kidvikk-5 kidvikk-3 kidvikk-2

Conegliano, tra sogno e realtà

 

Servizio a cura di Elena Santamaria (@igers_Treviso)

 

Siete pronti per un nuovo Instameet?

Domenica 11 giugno torneremo nelle terre del Prosecco, questa volta però ci fermeremo nella città famosa per aver dato i natali al pittore Giambattista Cima: Conegliano, a ridosso delle prealpi trevigiane.

Assieme agli amici di Associazione Dama Castellana e Enocultour, in occasione del Festival Rinascimentale della Dama Castellana, che culminerà con la partita di Dama Vivente, fissata per domenica 18, andremo alla scoperta degli angoli più nascosti e suggestivi del centro storico.

Dalla Scalinata degli alpini, all’incrocio delle vie Mazzini, Carducci e Vittorio Emanuele II, partiremo per il nostro tour guidato, che terminerà in uno dei palazzi signorili più caratteristici: Palazzo Sarcinelli, dove avremo la possibilità di ammirare la mostra dell’artista friulano Claudio Mario Feruglio, che sarà presente quel giorno.

Concluderemo questo evento con una degustazione di alcuni prodotti tipici locali.

Nel pomeriggio inoltre, chi fosse interessato può seguirci con mezzi propri a Follina per un instameet in collaborazione con @igersveneto nell’ambito della Primavera del Prosecco.

Vi aspettiamo domenica 11 giugno alle ore 10 presso la Scalinata degli Alpini.

La partecipazione è gratuita con registrazione obbligatoria al link https://www.eventbrite.it/e/biglietti-instameet-trasognoerealta-34791018874.

Per maggiori informazioni potete scrivere a ctg.enocultour@gmail.com che si occupano degli aspetti logistici.

Chi non potrà partecipare può seguirci tramite gli hashtag #trasognoerealta #enocultour #igerstreviso o sui profili @igers_treviso e @ctg.enocultour.

Anguì #AmiglioZero: nuove realtà anconetane raccontate dall’obiettivo degli igers

Servizio a cura di: Nicoletta Biondi (@igersancona)

 

Quando si pensa ad Ancona non si può fare a meno di pensare al porto, ai pescherecci e a buon cibo a base di pesce fresco. È proprio questa la realtà che, alcuni tra gli igers che abbiamo selezionato, potranno godere e raccontare.

Dalle ore 10:30 di sabato 10 Giugno saremo infatti graditi ospiti di “Anguì”, un nuovo locale di street food di Ancona situato in corrispondenza dell’accesso principale allo scalo marittimo.

Per raccontarvi la giornata che andremo a trascorrere, a base di #pescealporto, vi riportiamo queste parole che Anguì utilizza per descriversi e che sicuramente ci fanno capire l’originalità del posto:

“Anguì è il sogno di due giovani, Andrea e Guido, che hanno voluto unire le loro idee, le loro energie e la loro passione per il mare inventandosi un nuovo locale nel cuore del porto di Ancona. Il pesce è davvero fresco, a miglio zero, perché è quello appena pescato dal loro peschereccio. Anguì prepara le ricette tradizionali della cucina dei pescatori con un tocco di fantasia e con il piacere di accogliervi ogni giorno per farvi star bene.”

 

 

Durante la mattinata i nostri igers vi racconteranno cosa succede a bordo di un peschereccio e come è la vita di un vero pescatore nel porto di Ancona, poi durante il pranzo vi descriveranno, tramite i loro scatti, le pietanze #amigliozero che la cuoca di @Anguì preparerà per l’occasione.

E’ vero, siamo abituati a fare lunghi instameet in campagna o passeggiate per le vie del centro città, questa volta invece ci lasceremo catturare dalla possibilità di vivere una esperienza che appagherà sicuramente la vista e il gusto.

Solo per i più coraggiosi: venerdì mattina alle ore 3:30 solo alcuni tra gli igers più coraggiosi vi racconteranno cosa succede all’arrivo dei pescherecci al porto dopo una settimana di pesca e andranno all’interno del mercato durante la compravendita (quella vera!) del pesce.

 

 

Se siete curiosi di vedere quello che succederà seguite il profilo di Igersancona e il tag #AMIGLIOZERO e #ILPESCEALPORTO su Instagram a partire da venerdi mattina.

 

Ringraziamo il fotografo Francesco Marini  per la foto sfondo della locandina.  Anguì #AmiglioZero: nuove realtà anconetane raccontate dall'obiettivo degli igers IMG_2998 IMG_3001 IMG_2999

Alla scoperta di Torino in tram con Igers Piemonte

 

Servizio a cura di Daisy Romaniello (@igers_piemonte)

Il primo Instatram del mondo è arrivato!

Come conoscere una città se non attraverso la vita dei suoi quartieri?

Grazie alla partnership con la Città di Torino e Turismo Torino e Provincia, le community di Igers Piemonte e Igers Torino vi invitano a #instatramTO, un viaggio attraverso la linea 4 che, insieme alle guide che ci accompagneranno, ci farà ripercorrere le tappe della storia del nostro capoluogo e scoprire gli aspetti più caratteristici di Torino.

In collaborazione con GTT Gruppo Torinese Trasporti e Cavourese tutti i partecipanti saranno omaggiati di un pass giornaliero gratuito per i mezzi pubblici e verrà fornito un servizio di navetta dal punto di arrivo a Mirafiori fino a Falchera con fermata intermedia alla stazione dei treni di Porta Susa.

 

Programma indicativo della giornata:

– 9.30 ritrovo in piazza Astengo/Viale Falchera. Passeggiata per il quartiere (per gli instagramer provenienti col treno il punto di ritrovo sarà alla stazione STURA SFM h 9.30 con successivo ricongiungimento del gruppo)

– 10.30 passeggiata per le vie di Barriera di Milano. Mercato di Piazza Cerignola, vie storiche del quartiere, opere di Millo

– 12.00 visita all’associazione Barriera di Milano

– 12.30 pranzo in via Baltea 3– 14.15 visita Parco Olimpico

– 15.00 visita Fiat Mirafiori

– 16.00 arrivo al capolinea del tram 4. Rientro con navetta riservata a Falchera/STURA FSM con fermata intermedia a TORINO PORTA SUSA FS/ FSM/M

La partecipazione è gratuita, con registrazione OBBLIGATORIA. I posti disponibili sono 50.Link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-instratramto-34906095070?utm_term=eventurl_text.#instatramTO #igerspiemonte #igerstorino #cittaditorino #turismotorino #lamiatorino #gtt #cavourese

Le giornate della luce: alla scoperta del festival con IgersPN

Servizio a cura di Sara Verardo (@igerspn)

Dopo il successo delle precedenti edizioni, anche quest’anno tornano “le Giornate della Luce”, e noi Igers non potremo di certo mancare.

Il 10 giugno, in occasione della giornata di inaugurazione del festival, avremo l’opportunità di passare un pomeriggio tra cultura e fotografia.

Il festival vuole essere un omaggio agli autori della fotografia del nostro tempo, i maestri della luce, e al contempo festeggiare idealmente le giornate più luminose dell’anno, quelle del solstizio d’estate, all’interno di una cornice d’eccellenza: Spilimbergo, città del mosaico e di viva tradizione fotografica.

La manifestazione ha in programma parecchi eventi, tra cui spiccheranno ovviamente le proiezioni dei film in concorso, seminari, esposizioni a tema cinematografico e fotografico e incontri con autori della fotografia, registi, attori, ospiti nazionali ed internazionali.

Il festival in programma dal 10 al 18 giugno, culminerà con l’attribuzione de “il Quarzo di Spilimbergo – Light Award”, premio assegnato al miglior Autore della Fotografia di un film italiano dell’ultima stagione.

Ecco il programma del nostro instameet per la giornata di apertura del festival:

ore 14:00 visita guidata alla Città di Spilimbergo e alla scuola dei mosaicisti

ore 15:30 visita guidata alla mostra su Pino Settanni

ore 16:00 incontro dedicato “IL LUCE sul Tagliamento” a cui parteciperanno Giancarlo Di Gregorio (Direttore delle Attività Giornalistiche di LUCE‐Cinecittà) e Gloria De Antoni (curatrice del Festival “Le Giornate della Luce”)

Chiuderà l’incontro un piccolo rinfresco e chi vorrà potrà poi rimanere all’inaugurazione del festival alle 17:30 e all’incontro a cura della Rivista 8 ½ alle 18:00.

La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione registrandozi su eventbrite.

Gli hashtag e gli account ufficiali da utilizzare durante l’instameet sono #legiornatedellaluce, #igerspn, #igersfvg @legiornatedellaluce @igerspn.

#IgersOnAir: gli Instagramers pontini vanno in radio

Servizio a cura di Matteo Cerilli (@igerslatina) Una nuova iniziativa targata IgersLatina sta per prendere forma sulle frequenze della radio di Latina più ascoltata, Radio Luna. A partire da questa settimana, gli amici di Radio Luna, radio che giornalmente raggiunge più di 15.000 ascoltatori, ospiteranno ogni martedì i community manager di IgersLatina  per farsi raccontare lo storytelling territoriale Pontino, iniziative, ed instameet in programma. Inoltre l’appuntamento con #IgersOnAir, così si chiama lo spazio riservato agli Instagramers, sara l’occasione per intervistare l’Iger Of The Week selezionato tra le centinaia di utenti che settimanalmente utilizzano l’hashtag ufficiale #IgersLatina, per le loro foto pubblicate sul territorio Pontino. Sarà l’occasione per farsi raccontare attraverso le parole dell’instagramer, emozioni e aneddoti dietro lo scatto premiato, oltre che ascoltare la canzone scelta come dedica a tutti gli ascoltatori di RadioLuna. Non resta che sintonizzarvi sulle frequenze di RadioLuna, per gli amici della provincia di Latina, oppure riascoltare le puntate attraverso i podcast pubblicati settimanalmente sulla pagina ufficiale della radio pontina. È proprio il caso di dirlo…Stay Tuned!

Il Mondo delle Intolleranze: una realtà che continua a crescere

Pubbliredazionale

 

Il Mondo delle Intolleranze, realtà associativa nata cinque anni fa e riconosciuta ufficialmente da Regione Lombardia nei mesi scorsi, è punto di riferimento per chiunque sia intollerante e voglia confrontarsi con altre persone che si trovano nella medesima situazione. Un’associazione accolta ottimamente anche da altre realtà italiane attive nel mondo della creatività e della promozione delle eccellenze made in Italy.

Un esempio al proposito riguarda la collaborazione con l’associazione Igersitalia per il challenge #ciaointolleranza, che invitava gli utenti a fotografare gli alimenti che provocavano loro intolleranze o allergie. Un bellissimo messaggio per ricordare che con l’intolleranza si può convivere e si può farlo con il sorriso!

Il Mondo delle Intolleranze un gruppo di persone unite contro le intolleranze

Il Mondo delle Intolleranze è un’associazione senza scopo di lucro riconosciuta ufficialmente dalla Regione Lombardia, sul portale www.ilmondodelleintolleranze.it potrete trovare tutte le informazioni riguardo alle intolleranze alimentari, agli eventi organizzati e consigli pratici per la cucina quotidiana, per aiutare chiunque ne abbia bisogno.

Convivere con allergie e intolleranze alimentari è possibile e mi impegno a ricordarlo ogni giorno! Nel sito, però, si parla anche di un altro progetto per il quale ho messo il cuore e che dà la possibilità di toccare con mano il lavoro dell’associazione: l’Accademia delle Intolleranze.

L’accademia delle intolleranze: come lavora, di cosa si tratta e dove si trova

L’accademia delle intolleranze si trova a Basiano in provincia di Milano. Nasce dal sogno di avere un luogo fisico completamente dedicato alle intolleranze e alla quotidianità di chi le vive ogni giorno. Si tratta di uno spazio di 300 metri quadrati nato per ospitare corsi di cucina professionali e amatoriali, show cooking, banchetti, momenti di confronto con esperti del settore.

I progetti sono tanti e l’elenco di professionisti che abbiamo intenzione di coinvolgere davvero interessante. Vedere un sogno prendere forma è bellissimo ed è ancora più speciale assistere a questo miracolo sapendo di essere affiancati da persone appassionate, che vivono in prima persona il problema dell’intolleranza e che, con la loro professionalità, non vedono l’ora di aiutare gli altri a trasformarlo in un’opportunità per mangiare meglio e stare meglio in generale!

Entra nel gruppo

Vuoi entrare a far parte dell’Associazione Il Mondo delle Intolleranze? Puoi unirti a un gruppo esclusivo di professionisti del settore food e ottenere anche sconti, inviti esclusivi a eventi, seminari, convegni, fiere e molto altro ancora.

Scopri di più su:

Diventa sostenitore

Pagine