L'opera intitolata "Asocial" di Rizek, ph. @michelegambatesa

News

#DiscoveringAndria: il 1° instameet di @igersbat è anche tra i vicoli della street art

Sabato 15 ottobre, Andria.

Primo instameet con la neonata community di Instagramers Barletta Andria Trani. Una bellissima giornata passata nella città pugliese, ancora tutta da scoprire.

Ed è proprio per questo, che la sorpresa è stata ancora più forte, quando nel bel mezzo della passeggiata tra le vie del centro storico si è aperto all’improvviso lo scenario della street art.

Una parte del nucleo più antico della città, su via Sant’Angelo dei Meli e adiacente al chiostro di San Domenico che oggi si stringe attorno all’officina culturale di San Domenico, è stata infatti completamente rinnovata in chiave contemporanea da un gruppo di artisti, con la sensazione di entrare in un piccolo museo a cielo aperto.

Un’operazione nata grazie al Festival MAIS +, un acronimo che nel suo nome racchiude Musica, Arti visive, Illustrazioni e Street art ai quali contenuti il festival è dedicato.

Giunto alla seconda edizione, il festival è stato progettato da due giovani artisti andriesi Daniele Geniale e Valentina Lorizzo con l’intento di creare un percorso di sensibilizzazione verso le nuove forme d’arte, mettendo in relazione giovani artisti di tutta Italia con i residenti locali, promuovendo anche una crescita estetica del territorio.

Sono state le opere di Gods In Love, Skolp, Rizek e AweR realizzate per MAIS 2015 quelle che hanno incantato gli instagramers condivise su Instagram, ma anche su Instagram stories, Facebook e Twitter attraverso l’hashtag #discoveringAndria.

Ad accogliere gli instagramers e ad accompagnarli lungo questo ideale percorso museale c’era l’imponente San Riccardo (alto 3 metri, largo 2) che regge fra le mani quello che un tempo era il centro storico della città, con i tre campanili e la porta di Sant’Andrea. Un omaggio ad Andria, al suo Patrono, alla comunità del centro storico, realizzato proprio dal curatore e street artist Daniele Geniale adottando la tecnica a lui cara dello stencil per la composizione, poi dipinta con acrilici e spray dai toni del grigio, con accenti color oro.

Ecco la gallery per scoprire di più!

 

 L’opera di Rizek intitolata “Asocial” nella foto di copertina è di @michelegambatesa.

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

...