Iger della settimana // Marco Usai e Notmypanni

Questa settimana facciamo due chiacchiere con Marco Usai che, assieme ad Alessandro Bordoni e Maria Claudia Venturini, ha lanciato il tag #notmypanni ed il relativo account @notmypanni.

 

cheffa86Gli Instagramers più attivi conoscevano il tag di Tiana Kai, #notmynonni, che racchiude bellissimi scatti di persone anziane, ora il vostro #notmypanni si sta affermando come tag molto virale. I profili di molti igers si stanno riempiendo di .. biancheria stesa al sole!
Ci puoi raccontare come e dove è nata l’idea del tag e del relativo profilo che recentemente è stato rilanciato anche da Repubblica.it??

L’idea è nata per caso. Era subito dopo l’Instameet di Trieste, mi ero proposto di fare da cicerone ad Alessandro e Maria Claudia per fare un giro a Urbino, la città dove vivo per i miei studi. Era un giornata di sole, molto bella per essere ottobre (e per essere a Urbino) quando ho visto una lunga fila di panni stesi e ho detto così, scherzando, “guardate, un #notmypanni”. Da qui, l’idea. La prima foto l’ha taggata Alessandro, poi ho aperto il profilo e abbiamo cominciato a gestirlo e vederlo crescere in pochissimo tempo.

nabiltanInstagram è un Social Media in grande crescita anche per la relativa facilità con cui buoni progetti acquisiscono viralità spontaneamente; vi aspettavate di raccogliere già più di 2000 foto in poche settimane?

Sinceramente? No, probabilmente no. Però alla fine il tag si è diffuso a macchia d’olio. Inizialmente ci abbiamo lavorato un sacco andando a commentare foto con tag inerenti a notmypanni, “consigliandolo”. Da lì è stato un attimo: molte persone, spontaneamente hanno cominciato a taggare le proprie foto.

Abbiamo raccolto oltre duemila foto in pochissimo tempo, molto interessanti sia a livello qualitativo che di engagement. Noi non abbiamo avuto la spintarella da nessuno per essere pubblicizzati, solo dopo circa 2000 foto la stampa in generale si è accorta di noi.

Veniamo ora a te, Instagram per te è…?

Per me Instagram è uno strumento. Potente, innovativo e flessibile. Potente perché con la giusta foto e hashtag puoi raggiungere fino a 300 milioni di utenti (stimati di recente da Instagram), innovativo perché Instagram ha radicalmente cambiato la comunicazione tramite foto, affacciandosi a mercati fino a ora sconosciuti e flessibile perché su Instagram si può fare di tutto: foto, video, hyperlapse e ora anche i collage con la nuova Layout.

@notmypanni
@notmypanni

Al di là dei panni stesi… quali sono le tue immagini preferite su Instagram??

É una bella domanda. Personalmente preferisco i vicoli stretti, dove la luce passa a malapena, ma che con qualche ritocco diventano un vero e proprio spettacolo. Anche se ho sempre avuto un debole per il B&W. Di recente però ho avviato un progetto all’interno del mio profilo chiamato #MyThreePointOfView. Scatto delle foto con un ordine preciso: a colori, tramite l’olloclip e in bianco e nero. Questa sequenza mi permette di avere un feed omogeneo dove in colonna troviamo, sulla sinistra tutte le foto a colori, nel mezzo le foto attraverso la lente per smartphone e in bianco e nero. Una uniformità che avevo sempre disegnato nella mia mente, ma che solo di recente ho realizzato.

E allora vi consigliamo di seguire l’account di Marco ed ovviamente con le prime giornate primaverili.. smartphone in mano e tutti a scattare al bucato del vicino taggando… #notmypanni!!  

Tagged:
About the Author

Innamorato della vita, di Siena, la sua città, e dell'Italia a cui ha "donato" 15 mesi della sua vita come Ufficiale del 185 Rgt Art Par Folgore; appassionato del mondo del Web, dei paesaggi che offre la sua provincia, della fotografia e del Rugby prima come giocatore e ora come dirigente. Non sa ancora cosa farà da grande ma sa che darà il massimo per farlo. Su Instagram per lui l'importante è... SATURARE! Su Instagramersitalia.it coordina la rubrica dedicata all'Iger della Settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *