Primo instameet ad Agrigento: Igers in fiore, tra mito, folklore e primavera in anticipo

Servizio a cura di Antonella Giovinco (@igers_agrigento)

“C’era una volta una storia d’amore tra due giovani destinati a star lontani, Acamante e Fillide. Narra Omero che lui, figlio di Teseo, salpò al seguito degli Achei e combatté la guerra di Troia al fianco di Ulisse. Per quei dieci lunghi anni Fillide, giovane principessa Tracia, attese l’amato Acamante fare ritorno in patria e pensando fosse caduto fra le vittime dalla guerra – per la disperazione – ne morì. La dea Atena, mossa a pietà, la trasformò in un albero di Mandorlo. Ma Acamante era solo stato trattenuto da un’avaria della sua nave e quando giunse e seppe della morte di Fillide corse verso l’albero di Mandorlo e lo abbracciò amorevolmente. Fu così che, all’improvviso, i nudi rami del mandorlo si ricoprirono di fiori, ricambiando il tenero abbraccio di Acamante. Ancora oggi, nella Valle dei Templi, questo miracolo a Febbraio si rinnova ricordando a tutti i popoli il valore dell’amore e della pace”. E non poteva che rifarsi al mito e ai simboli senza tempo il primo instameet della community Igers_Agrigento, che organizza per domenica 15 febbraio (dalle ore 10) il primo Instawalk della ‪‎provincia di Agrigento‬!

‪#‎igersinfiore‬ vuol celebrare il miracolo della vita che si rinnova, mentre altrove l’inverno costringe ancora al sonno la natura, nella Valle dei Templi essa si rinnova ammantata di bianco: sono i fiori del mandorlo che danno il primo benvenuto alla primavera, in un’atmosfera intrisa di mito e leggenda che narra dell’amore tra Acamante e Fillide. Con i nostri follower festeggeremo la nostra primavera in anticipo con una passeggiata nel centro storico che incrocerà la sfilata dei Bambini del Mondo coi gruppi folk del 60° festival internazionale del folklore, i carretti siciliani e il corteo storico della 70° Sagra del Mandorlo in fiore!

Mito e simboli che si intrecciano nella città dei templi, che ammireremo alla fine del percorso da una zona panoramica, dopo aver fatto tappa a Santa Maria dei Greci, sulla collina di Girgenti, costruita nel 1200 sui resti dell’antico tempio di Atena, l’artefice divina della leggenda legata alla fioritura dei mandorli. E dunque antico e moderno si fondono, in un rito che si rinnova: tra fratellanza e tradizione, simboli di pace e natura che rinasce – in anticipo – con la spettacolare fioritura dei mandorli che riempiono la Valle dell’Akragas. Un po’ come questa community che sboccia, fatta di giovani e appassionati amanti di questa terra: una voglia di dare e fare che ci ha animati di entusiasmo e che sarà solo la prima di tante passeggiate alla scoperta di una terra bellissima e spesso ingiustamente bistrattata.

Vorremmo ci foste tutti! O venite o ci seguite! A domenica!!!

#igersinfiore ‪#‎instameetAG‬ e ‪#‎igersagrigento

#igersinfiore è un tour gratuito e aperto a tutti per le vie di Agrigento. Sarà una passeggiata collettiva tematica da fare con smartphone, fotocamera accesa e geolocalizzazione attivata. Ma – oltre far foto e condividerle sui social network Instagram, Twitter e Facebook, utilizzando gli hashtag #igersinfiore ‪#‎instameetAG‬ e ‪#‎igersagrigento – l’obiettivo della community è confrontarsi oltre lo schermo di un telefonino incontrandosi di persona e promuovendo la bellezza di un

territorio.

Tagged: