Un successo l’Instameet parmigiano al Castello di Torrechiara

@igersparma
@igersparma
@teresadn84
@teresadn84

Ottimo successo per l’instameet di @Igersparma  al Castello di Torrechiara che si è svolto domenica 23 novembre.

Organizzato per celebrare il primo instameet che si era tenuto esattamente un anno prima, più di venti persone hanno partecipato all’evento “bruciando” in poco tempo i posti messi a disposizione per la visita.

Il luogo visitato è un magnifico castello medievale perfettamente conservato grazie alla Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici di Parma che gestisce l’edificio con estrema cura: anche i danni che l’edificio ha subito a seguito del terremoto del 2008 sono ormai in via di totale riparazione.

L’edificio fu costruito nel tardo Medioevo per volontà di Pier Maria Rossi che era “presente” all’evento assieme alla sua amante Bianca e alcune castellane: l’associazione culturale Donne di Torrechiara e il gruppo storico “Il Leone Rampante” hanno fatto da guida vestiti in costumi medievali in modo da offrire al gruppo di scatenati fotografi un’esperienza ancora più suggestiva.

“Siamo quasi sconvolti – dicono felici i local manager della community – nonostante un intoppo iniziale, abbiamo comunque raggiunto e superato le 20 presenze, ma quello che ci sorprende di più è di aver scoperto che alcune persone sono venute da Bologna e da Milano appositamente per questo instameet”.

Le foto pubblicate sono state tantissime: oltre 200 (DUECENTO!) in poco più di tre ore e sicuramente ce ne saranno tante altre a seguire.

La più significativa quella di @teresadn84 fedele follower calabra della community di Parma: è stata sua la “best of instameet”:

Di seguito alcune fotografie condivise su Instagram durante l’#instameetparma7:

 

Qui, invece, tutte le oltre 200 foto scattate e taggate #instameetparma7 raccolte in uno Storify.

Tagged:
About the Author

TheBloggerWithTheHat, social media marketing consultant, community manager e social media trainer. Local Manager di @IgersParma, gira con uno smartphone in mano, un leoncino (di peluche) in tasca e il #cappellodellarroganza in testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *