Fotografia smartphone: l’inquadratura perfetta

Scelta dell'inquadratura
Suggerimento: clicca sulle foto per ingrandirle e apprezzarne i dettagli.
Scelta dell'inquadratura
Suggerimento: clicca sulle foto per ingrandirle e apprezzarne i dettagli.

Proseguiamo con la rubrica Fotografia smartphone, estendendo il discorso della volta scorsa quando abbiamo parlato di composizione fotografica e abbiamo visto alcuni suggerimenti su come rendere interessanti le tue foto. Ricordo che anche per i contenuti di questo post attingerò a piene mani dalle pagine dell’omonimo libro che ho pubblicato per APOGEO – Feltrinelli.

Per la scelta dell’inquadratura verticale o orizzontale non c’è una precisa regola: dipende molto dalle sensazioni che vogliamo trasmettere all’osservatore. In generale un’inquadratura orizzontale concede un senso di calma in quanto l’occhio non corre ma si sofferma; un’inquadratura verticale è al contrario più dinamica e costringe l’occhio a correre verso il punto di fuga.

Il problema non si pone invece quando vogliamo condividere le foto su social network come Instagram in quanto dovremo per forza tagliare la foto in formato quadrato… o meglio, si pone un problema di altro genere: dobbiamo avere subito la visione di come apparirà il nostro scatto una volta tagliato.

Quando scattare in orizzontale
Quando scattare in orizzontale.

Infatti, a meno di non scattare direttamente con app che permettono di inquadrare con un rapporto di forma quadrato come HipstamaticInstagram stessa o l’app fotocamera nativa dell’iPhone da iOS 7 in poi, una volta tagliata la foto c’è il rischio di vedersi escludere alcuni elementi che avremmo voluto invece includere. Per ovviare a quest’ultimo problema, quando scatto in formato rettangolare io applico le seguenti regole:

1. Se il soggetto ha la sua massima estensione in verticale (per esempio una persona in piedi) scatto con lo smartphone in orizzontale; così facendo ho subito la percezione del fatto che una volta tagliata la foto il soggetto sarà comunque tutto presente nel quadrato; nel momento dello scatto mi porrò quindi alla giusta distanza per includere tutto il soggetto nella sua altezza.

2. Se il soggetto ha la sua massima estensione in orizzontale (per esempio un’automobile) scatto con lo smartphone in verticale; analogamente a prima ho subito la misura del fatto che il soggetto sarà compreso nell’inquadratura quadrata.

Quindi riassumendo in una frase, per chi usasse Android e non avesse modo di scattare la foto subito in formato quadrato, per avere la certezza, quando si scatta con formato rettangolare, di includere completamente un soggetto nella foto una volta tagliata in formato quadrato, si proceda così:

Si prenda come riferimento il lato più lungo del rettangolo che idealmente circoscrive il soggetto che si desidera includere nell’inquadratura della foto quadrata e si scatti in orizzontale se tale lato si estende in direzione verticale o in verticale se si estende in orizzontale.

Quando scattare in verticale
Quando scattare in verticale.

Per gli utilizzatori di iOS invece consiglio sì di usare il formato quadrato per prendere la mira quando necessario ma poi suggerisco di scattare comunque in formato rettangolare. Potremmo così affinare la composizione tagliando la foto in formato quadrato solo in fase di postproduzione (editing). Il risultato sarà sicuramente ottimizzato dato che disponiamo in questo caso di margine per correggere la composizione se questa non fosse venuta proprio come volevamo (es. le linee di fuga che si generano perfettamente agli angoli del frame quadrato, cosa che personalmente amo – si veda foto di copertina). Tra l’altro con l’app fotocamera nativa di iOS è molto facile passare dal formato quadrato a quello rettangolare: basta fare swipe (scorrere toccando con un dito) sul display verso l’alto o verso il basso.

Bene, come sempre vi sfido a mostrarci i vostri capolavori che vi sarete divertiti a realizzare con i suggerimenti fin qui visti. Pubblicate le vostre foto su Instagram con il tag#IgersItaliaEdit101 e non mancherò di farvi avere un parere. Su Instagram io sono@giariv… magari citatemi sotto le vostre foto se volete un particolare parere ;-)

Tagged:
About the Author

Ingegnere elettronico, giornalista, iPhoneografo e autore del libro "Fotografia Smartphone - Scatta, elabora, condividi" edito da Apogeo/Feltrinelli. Socio fondatore e membro del Consiglio Direttivo dell'associazione nazionale Instagramers Italia. Ha all’attivo un viaggio in Libano con l’Esercito Italiano come insta-fotoreporter e numerose partecipazioni come testimonial su Instagram per brand ed enti turistici. Assieme all'amico designer orafo Michele Marzotto ha fondato la startup JewelGram - trasforma la tua foto in un gioiello.

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *