Insta-turismo: spunti per il travel con aerei e navi da crociera

Abbiamo cominciato a curiosare su Instagram per capire come si stanno muovendo su questo canale gli operatori del settore travel: dopo aver raccolto qualche spunto interessante proveniente da agenzie di viaggi e tour operator, proviamo ad ampliare ulteriormente il quadro puntando lo sguardo su compagnie aeree e crocieristiche, alla ricerca di qualche altro suggerimento utile. Pronti a partire?

Questa volta siamo andati alla ricerca dei profili corporate ufficiali delle principali compagnie aeree e da crociera, a livello internazionale. Gli account che abbiamo trovato sono tanti: ci focalizzeremo su quelli che ci possono fornire qualche spunto applicabile in maniera “allargata” a tutto l’ambito travel.

Racconta la tua storia (meglio se sfruttando i social trend)

Condividi le tappe significative e i traguardi, piccoli e grandi, raggiunti dalla tua azienda: questo primo suggerimento ci arriva, tra gli altri, da @msccriuseofficial:

foto1a

La compagnie aeree @americanair e @delta si contraddistinguono in questo senso per aver saputo sfruttare bene un trend molto popolare sui social media, il #throwbackthursday, che ha ormai conquistato un ampio pubblico trasversale (dai semplici utenti ad alcuni personaggi famosi come Michelle Obama), in particolare su Instagram e Twitter. Il giovedì diventa quindi il giorno deputato alla condivisione di una foto “vintage”, in grado di raccontare qualcosa del nostro passato, da condividere con tutta la community collegata.

foto2

Mettici la faccia, e racconta quello che di solito “non si vede”

Utilizza Instagram anche per mostrare la tua squadra, ossia le persone che ogni giorno lavorano per costruire il servizio che offri, come fa ad esempio @norwegiancruiseline.

Mostra quello che di solito non si vede, il “backstage” di un evento, la preparazione di un’iniziativa o anche soltanto qualche momento lavorativo “rubato” alla normale attività: è un buon modo per raccontarsi e mostrare il lato più “umano” e spontaneo della nostra azienda.

foto3

foto4

Usa i video

Una recente possibilità introdotta da Instagram (ancora poco sfruttata) è quella di girare micro video di massimo 15 secondi: perché non utilizzarli per raccontar(ci) in modo diverso? @americanair, ad esempio, ci porta alla scoperta di alcune delle sue destinazioni (in questo caso, Bogotà) proprio attraverso un breve filmato:

Coinvolgi la community

Chi meglio della community che ruota attorno a Instagram e alla mobile photography può aiutarci a rafforzare il nostro messaggio e dare visibilità al nostro profilo su quel canale? L’esempio arriva da @costacrociere, che dopo aver organizzato un blog tour fotografico in cui aveva coinvolto anche alcuni Instagramers molto seguiti sulla piattaforma (#costaphotoblogtour), ha organizzato un Instameet a Genova per connettere gli Instagram lover in occasione della mostra fotografica realizzata proprio con le foto del tour.

foto5

Organizza un contest

Stimolare il coinvolgimento degli utenti, intrattenere con un’operazione divertente, ringraziare chi ha scelto il nostro servizio valorizzandone i contributi: ecco alcune delle finalità di un contest, come quello pensato da @vueling per festeggiare il raggiungimento dei 50 milioni di passeggeri trasportati. Tutta l’operazione – #vuelingairgallery, che risale al 2012, ma rimane ancora di grande impatto – è raccontata in questo video, di cui abbiamo già parlato durante il nostro panel alla BIT:

 

Porta Instagram… fuori da Instagram

Un esempio ci arriva dalla compagnia aerea @jetblue, che utilizza l’hashtag #jetbluesofly per raccogliere tutto il materiale prodotto dagli utenti. Alcune delle migliori foto condivise dagli utenti “scavalcano” così Instagram per atterrare anche in una sezione dedicata del sito web ufficiale, in cui i contributi e le attività portate avanti sulle altre piattaforme social vengono perfettamente integrate tra loro rafforzandosi a vicenda.

Un altro ottimo esempio in questo senso arriva da @swedavia, compagnia che gestisce diversi aeroporti in Svezia; pur avendo una presenza su Instagram decisamente trascurabile (un solo post, risalente a dicembre scorso), ha saputo intuire le enormi potenzialità di questo medium e ha creato una app che sfrutta gli user generated content (ossia, i contenuti creati spontaneamente dagli utenti). Ecco quindi la loro guida turistica Instagram-based:

Tagged: