Instagram: I NUOVI strumenti contro le Fake News ed il Bullismo arrivano anche in italia

Il problema delle fake news e del bullismo è una realtà che diventa sempre più importante nel panorama dei social network. Facebook è già stato coinvolto in diverse controversie essendo accusato di consentire agli utenti di condividere facilmente notizie false e messaggi di odio. La società ha annunciato una serie di misure per evitare questo problema, ma funzionavano solo sulla piattaforma di Facebook.

A partire da oggi, Instagram – che, ricordiamolo, è di proprietà di Facebook – avrà anche i nuovi strumenti contro disinformazione e incitamento all’odio.

“Vogliamo che si creda in ciò che si vede su Instagram. La disinformazione basata su foto e video è sempre più una sfida nel nostro settore nella quale i nostri team si sono concentrati su come affrontare e batterla”

Ha dichiarato la società in una nota.
Con l’aiuto delle agenzie di verifica delle news, Instagram analizzerà i contenuti pubblicati sul social network per determinare se sono o meno veritieri.

Il programma era già stato testato con alcuni utenti negli Stati Uniti e ora è stato rilasciato a livello mondiale. Ogni volta che una foto o un video segnalati come notizie false appaiono sul feed, Instagram mostrerà un avviso sopra di esso.
Gli utenti potranno comunque scegliere di visualizzare il contenuto indipendentemente dagli avvisi.

Sarà anche possibile vedere i commenti delle agenzie di verifica delle news su quel post e l’app chiederà se l’utente vuole davvero condividere il post comunque. Instagram afferma di utilizzare l’intelligenza artificiale in modo che qualsiasi contenuto già segnalato come “Fake News” venga riconosciuto anche quando viene ripubblicato da un altro account.

L’altra novità, si evince da una dichiarazione della società stessa, nella quale viene affermato che l’app di Instagram rileverà e avvertirà anche i commenti e le caption contenenti messaggi individuati come atti di bullismo e o che incitano all’odio.

“DA Oggi, quando qualcuno scriverà in un post parole che incitano all’odio o che sono catalogati come comportamenti di bullismo l’Intelligenza artificiale rileverà che il testo è potenzialmente offensivo, ed invierà un messaggio informando l’utente che il proprio testo è simile a quello segnalato per il bullismo.
L’utente Avrà così l’opportunità di modificare il commento o la caption prima che venga pubblicata. “

Queste funzionalità sono già visibili ad alcuni utenti nell’ultima versione dell’app Instagram, ricordiamo che alcuni mesi fa era stata implementata una funzione simile che però si concentrava solo sui commenti.

Cosa ne pensi di questi sforzi da parte dei social che fanno capo a Facebook per prevenire questi fenomeni? Condividi la tua opinione con noi nei commenti qui sotto.

Tagged:
About the Author

Cresciuto a pane e tecnologia, sviluppa tutte quelle che sono le strategie Aziendali per il Media Marketing.
Giornalista, Dottore in Economia,
RM IgersCalabria
LM IgersReggioCalabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *