artigiano fotografato da @ph_weld

News

Instagram, il social network del lavoro

Servizio a cura di Ruth Miriam Carmeli (@Bedarumica)

Il lavoro non si vede sui social network. O dovrei dire non si vedeva.

Da quando questi strumenti di condivisione della quotidianità sono entrati a far parte del naturale ciclo della vita ho notato che un aspetto non emergeva: il lavoro.

Stupita dal vuoto narrativo intorno a uno degli aspetti più importanti della vita ho tirato un sospiro di sollievo quando ho scoperto che su Instagram il lavoro c’è! Eccome se c’è!

Non mi riferisco alla narrazione di un viaggio per lavoro in un luogo esotico per firmare il contratto di una vita (foto-aereo, foto-albergo, foto-piscina, foto-dettaglio-abito-firmato, foto-aperitivo, foto-lettone-seta, foto-aereo, foto-gattino-di-casa), tanto meno all’ambito della comunicazione visiva (foto-fotografo-che-scatta, foto-fotografo-mostra, foto-di-foto…), ma all’idea di lavoro che rientra nella mia educazione: muratore, falegname, sarta, panettiere…

Pensateci bene: quanti di questi lavori in cui ci imbattiamo quotidianamente sono presenti sui social network?

@ph_weld

artigiana, foto di @ph_weld

Una notte mi sono imbattuta casualmente in questa foto di @Ph_Weld su Instagram: una donna con la mola in mano.  Suvvia quante ne avete viste negli altri social?

Seguendo un sottile quanto concreto filo di Arianna ho compreso che questo modo curioso di rendere interessanti immagini piatte è diventato il medium del lavoro! 

È possibile entrare nei laboratori di artigiani in ogni parte del mondo grazie alla loro generosità, ma penso grazie anche alla risposta che ricevono: cuoricini a non finire su un legno grezzo, su un cucchiaio appena finito, su una saldatura appena molata a regola d’arte.

Essendo facile il confronto di uno stesso scatto in diversi ambiti, non mi stupisce riscontrare una enorme differenza di apprezzamenti: 3 reazioni su Facebook contro 55 su Instagram per la stessa identica immagine. Gratificante per chi ha fatto una scelta dura, ma che porta avanti con passione.

Il lavoro è bello!

Instagram sembra lo strumento adatto per comunicarlo e non solo… sembra che sia anche un ottimo canale per trovarlo. Ne parlano un servizio su TGCom24 e uno su Mashable, ripreso da ItaliansInFuga. In Italia sono ancora pochi a farne questo uso e sto personalmente spingendo alcuni artigiani verso questo mondo, di cui stanno comprendendo sia il potenziale comunicativo che il vantaggio economico.

artigiana, foto di Bedarumica

@bedarumica

Una di loro, Lituana Di Sabatino, recentemente commentava così la prossima apertura del suo account Instagram: “Perché vorrei farlo? Ora i social network sono il circuito che funziona! Rapido, d’effetto; puoi cambiare l’ immagine che ti rappresenta in un clic. L’importante è avere immagini che funzionano! Poi detto in una parola è anche economico! Basta dedicarci un po’ di tempo!”

E voi avete un po’ di tempo da dedicare al lavoro che vi circonda? Allora fino al 20 aprile potete partecipare al challenge #imageofwork ritraendo con uno scatto chi lavora attorno a voi: dal signore che pulisce le strade all’alba al barman che vi prepara l’aperitivo.

Ah dimenticavo, io che lavoro faccio? Sono una fotografa e web designer alle prese con la quotidianità.

 

 

Condividi:
Potrebbe interessarti anche

Scrivi per primo un commento.

Dicci cosa ne pensi

...