SelfieLapse: il selfie in movimento

Hyperlapse_Selfielapse

Abbiamo già parlato di Hyperlapse e del suo utilizzo da parte dei top brand nel marketing.

Forse quello che ancora non sapete è che un nuovo aggiornamento della nuova app di Instagram permette di utilizzare anche la fotocamera frontale dei nostri iPhone (Hyperlpase è disponibile solo per dispositivi iOS) per girare i nostri “video velocizzati”.

Da qui la nascita di un nuovo termine, #SelfieLapse, ovvero i selfie in movimento.

Creare un #selfielapse è davvero semplice, basta infatti fare tap sull’icona a destra del pulsante che avvia la registrazione, nella parte inferiore dello schermo, per passare dalla fotocamera posteriore a quella anteriore. La scelta deve essere necessariamente fatta prima di girare il video poiché lo switch non è possibile durante la registrazione.

Concluso il video sarà possibile condividerlo direttamente sull’account Instagram o Facebook o semplicemente salvarlo nel rullino fotografico per recuperarlo in un secondo momento.

Come per qualsiasi contenuto foto/video, più sarete creativi più il vostro contenuto avrà successo e quindi ecco qui qualche consiglio per iniziare a divertirsi con hyperlapse e la fotocamera frontale del vostro dispositivo.

  • Inquadrate il vostro viso immobile su uno sfondo in movimento (come il traffico su una strada affollata) o riprendevi mentre camminate lungo una strada piena di persone.
  • Documentate una trasformazione (mentre vi radete la barba o vi truccate allo specchio) tenendo fermo il telefono appoggiato a un muro.
  • Inquadratevi mentre girate seduti su una sedia da ufficio con le ruote mostrando quello che c’è alle vostre spalle.

 

 

 

 

Nel momento in cui scrivo i video taggati #selfielapse sono circa 2600; sembrerebbe quindi che questo nuovo trend non abbia convinto gli instagramers, nemmeno i più narcisi.

Tagged:
About the Author

Informatico, appassionato di innovazione, si avvicina alla mobile photography e all'editing da smartphone nel 2011 grazie a Instagram. Di lì fonda prima IgersBari con Annarita Dipace e Sara Meledandri, e poi IgersPuglia. Dal 2013 è socio fondatore e nel consiglio direttivo dell'associazione IgersItalia (nel triennio 2013-2016). Non può fare a meno di raccontare Bari e la Puglia, sua terra di origine e di costante ispirazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *