Instagram hashtag creativi: congela i tuoi salti con #jumpstagram

jumpstagram

Proseguiamo la rubrica sugli hashtag creativi per Instagram. Molti di noi hanno ricevuto direttamente da Instagram un libretto quadrato che sotto lo slogan #communityfirst si pone l’obiettivo di fornire spunti per utilizzare il nostro social network preferito in modo sempre più divertente ma nello stesso tempo sempre più costruttivo. Uno dei capitoli del libro tratta proprio l’utilizzo di hashtag originali e ne propone dodici.

Con questo e altri undici post vedremo tutti e dodici gli hashtag selezionati da Instagram rispettando anche l’ordine proposto nella pubblicazione. Questo è il motivo per cui oggi tratteremo proprio il tag #jumpstagram anche se di fatto è molto simile al già proposto #UFOdanger.

Caratteristiche del tag

Con #jumpstagram si possono etichettare tutte quelle foto che ritraggono, o meglio, che congelano a mezz’aria il salto di un soggetto che generalmente è una persona. Certo nulla vieta di tentare un #jumpstagram con un animale tipo un cane o un gatto… potrebbe risultarne uno scatto molto originale.

Consigli per la realizzazione

In questo caso, a differenza di quanto avevo suggerito per #UFOdanger dove vi invitavo a chiedere ai vostri amici di effettuare un salto a gambe unite con le braccia distese lungo in corpo, il salto andrà fatto cercando di assumere una posizione più plastica possibile. Non sapete come fare? Chiedetelo a Giulio Tolli, il nostro iger talmente esperto di salti di questo tipo da aver aperto su Instagram un suo profilo dedicato.

Per scattare la foto tutto quello che dovete fare è munirvi di uno smartphone con lo scatto a raffica (cioè in grado di acquisire molti fotogrammi in sequenza tenendo premuto il pulsante di scatto) come l’iPhone o alcuni device a sistema operativo Android, tipo i Huawei. Se il vostro smartphone non dispone di scatto a raffica, cercate di scattare la foto nell’esatto istante in cui il soggetto, durante la fase aerea, cambia direzione tornando a terra. In quel momento la sua velocità è praticamente nulla e la foto risulterà nitida anche in scarsa presenza di luce.

Foto di questo tipo però rendono di più se vengono effettuate di giorno con il supporto di molta luce. Cercate di comporre la foto giocando con lo scenario circostante e la dinamica del salto. Abbassatevi per riprendere il soggetto salterino dal basso verso l’alto: questo vi permetterà di enfatizzare l’altezza del salto.

Altro accorgimento da adottare per accentuare la dinamica della scena è quello di scattare usando un obiettivo grandangolo come quello offerto dall’ottica aggiuntiva Olloclip (lo scatto di copertina l’ho realizzato così). In questo caso però dovrete avvicinarvi un po’ di più al soggetto per non rischiare di vedere le sue dimensioni ridotte eccessivamente nel fotogramma.

Buon divertimento e segnalatemi i vostri lavori: su Instagram mi trovate come @giariv e sarò felice di commentare le vostre foto.

 

Tagged:
About the Author

Ingegnere elettronico, giornalista, iPhoneografo e autore del libro "Fotografia Smartphone - Scatta, elabora, condividi" edito da Apogeo/Feltrinelli. Socio fondatore e membro del Consiglio Direttivo dell'associazione nazionale Instagramers Italia. Ha all’attivo un viaggio in Libano con l’Esercito Italiano come insta-fotoreporter e numerose partecipazioni come testimonial su Instagram per brand ed enti turistici. Assieme all'amico designer orafo Michele Marzotto ha fondato la startup JewelGram - trasforma la tua foto in un gioiello.