Il Carnevale barbaricino in scena su Instagram

 

 Servizio a cura di Margherita Denti (@igers_barbagia_ogliastra)

Se chiudiamo gli occhi e immaginiamo il Carnevale in Barbagia, ci sono delle sensazioni ricorrenti che ci proiettano direttamente nel vivo della festa.
Il suono dei campanacci, i passi cadenzati come in una musica non scritta, visi neri sporcati dal carbone, le pelli di animale. Questi e molti altri  sono gli ingredienti che ci portano nel cuore della Sardegna in questo periodo.
Nella maggior parte dei paesi del nuorese il carnevale è considerato uno dei momenti più attesi dell’anno, per via della presenza delle maschere tradizionali.

Tutto ha inizio il 16 e il 17 gennaio in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio abate. Quando il sole cala e il fuoco ha già scaldato la folla, i campanacci richiamano la nostra attenzione, riportandoci in un mondo arcaico, legato alla terra e ai culti che venivano fatti per essa in era pre cristiana.
Anticamente era un momento fondamentale, segnava infatti la fine dell’inverno, ed era doveroso nel mondo agro pastorale, celebrare questo momento di rinascita.

Quest’anno, tramite Instagram e la fotografia, vogliamo unire tutti i paesi coinvolti nel carnevale barbaricino. Come?

Per partecipare, basterà condividere i proprio scatti su Instagram del periodo che va dal 16 gennaio (aggiungendo il tag nelle foto già caricate) fino a mercoledì 18 febbraio, giorno delle ceneri, con gli hashtag #carnevaleinbarbagia e #igersbarbagia.

Le foto più belle e rappresentative verranno successivamente selezionate dalla community @igers_barbagia_ogliastra e pubblicate sul profilo, su quello di @igers_sardegna e raccolte in un nuovo post.

Tagged:
About the Author

Instagram tips, Instagramers life, editing fotografico e tutto ciò che ha a che fare con la fotografia digitale. Siamo la community italiana degli appassionati di Instagram e mobile photography, da qualche anno riunita in associazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *